29 marzo

Vivere in condominio di sportello immigrazione

Il condominio esiste quando in uno stesso edificio vi sono spazi e locali ad uso comune e ad uso individuale, di proprietà di più persone fisiche o giuridiche (società, enti, associazioni, ecc.).

L’edificio condominiale è infatti costituito da:

singole unità immobiliari: appartamenti, negozi, uffici, garages di proprietà del singolo condòmino, che le utilizza in modo autonomo nel rispetto della legge, e delle normative vigenti;

parti e servizi comuni: spazi, locali, parti e impianti comuni a tutti i condòmini.

Tali parti o servizi non si possono separare, e necessitano di una gestione comune.

In linea generale, le questioni relative alla vita in condominio, alle cose che si possono o non si possono fare al suo interno, ai doveri e ai diritti dei condòmini, vengono definite nei regolamenti di condominio, oltre che nelle leggi vigenti in Italia e nelle normative vigenti anche a livello locale (regolamenti e ordinanze del Comune, della Polizia Municipale, dell’AUSL, ecc.). Ogni condòmino e ogni inquilino deve poter conoscere il regolamento nei suoi diversi aspetti.

In genere è l’Amministratore condominiale che fornisce a condòmini e affittuari le informazioni utili e necessarie in relazione al condominio, con possibilità di accesso a preventivi, fatture, deliberazioni, regolamento.

La casa, il quartiere, la città (italiano)
La casa, il quartiere, la città (cinese)
La casa, il quartiere, la città (francese)
La casa, il quartiere, la città (inglese)

Lascia un commento o una domanda