11 maggio

Servizi dedicati ai disabili di auslre

 L’assistenza alle persone con disabilità si basa sull’integrazione tra i servizi sanitari, socio-sanitari, sociali, e sul coinvolgimento delle famiglie, del volontariato, delle associazioni. E’ un sistema di assistenza a rete che ha l’obiettivo di favorire l’autonomia personale e l’integrazione scolastica, sociale e lavorativa dei disabili.

La certificazione unica per il riconoscimento della disabilità

La Regione Emilia-Romagna ha semplificato i percorsi di valutazione della disabilità per meglio tutelare i diritti delle persone disabili e per meglio rispondere ai loro bisogni.
L’accertamento è effettuato dall’Azienda sanitaria locale ed è integrata da un medico dell’INPS. La certificazione è unica e il documento rilasciato ha valenza per tutti i percorsi assistenziali o di integrazione previsti dalle diverse norme.
La domanda per il riconoscimento va presentata all’INPS, secondo le modalità previste dall’Istituto.

Minori disabili: chi li può aiutare

Nel caso di minori con disabilità è necessario rivolgersi al pediatra di libera scelta, al Pediatria di comunità (Consultorio familiare), al medico di medicina generale oppure al Centro di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza che si trova sempre all’interno dell’azienda sanitaria locale.

Adulti disabili: chi li può aiutare?

Per le persone adulte con disabilità è necessario rivolgersi al medico di medicina generale. Anche l’assistente sociale del Comune è a disposizione per aiutare la persona con disabilità e la sua famiglia nell’organizzazione dei diversi interventi (ad esempio il sostegno per il collocamento mirato al lavoro).

Assistenza domiciliare

Le persone con grave disabilità non autosufficienti  sia adulte che minori possono usufruire del servizio di assistenza domiciliare sulla base di un piano personalizzato di cure. I familiari o coloro che si fanno carico dell’assistenza ad una persona con grave disabilità possono usufruire di un assegno di cura, un contributo economico erogato dalla Regione sulla base di precise condizioni di reddito familiare e del grado di non autosufficienza dell’assistito.

Per maggior informazioni è necessario rivolgersi al proprio Comune, oppure al Servizio disabili dell’Ausl.

2 commenti

  1. marco
    ho emergenza abitativa ,sono invalido grave patologia e vivo dentro auna chiesa , ma lavoro e combatto tutti i giorni
    per favore AIUTO.

    • auslre
      Dato che la situazione è complessa le consigliamo di rivolgersi allo Sportello Immigrazione che si trova in piazza Prampolini (sopra la grande farmacia). L’ufficio è aperto il martedì mattina 9.00-13.00, il giovedì pomeriggio dalle 14.00 alle 17.00, i venerdì mattina e sabato dalle 9.00 alle 13.00. Il numero di telefono è 052/456706. Lì potrà trovare tutte le informazioni per rivolgersi ai servizi in grado di aiutarla per una soluzione abitativa e per un eventuale aiuto economico.”

Lascia un commento o una domanda