21 febbraio

Contratto di Apprendistato di sportello immigrazione

Il rapporto si basa su un patto tra datore di lavoro e dipendente, in base al quale l’apprendista accetta condizioni di contratto peggiori (per la durata del rapporto, lo stipendio etc)in cambio di una formazione specializzata che gli permetta una crescita professionale.

Attualmente il contratto di apprendistato è l’unico contratto di lavoro con funzione formativa ed è regolato da un decreto legislativo che stabilisce tre forme di apprendistato:

  • apprendistato per l’esecuzione del diritto-dovere di istruzione e formazione
  • apprendistato professionalizzante per ottenere una qualificazione attraverso una formazione sul lavoro e un apprendimento tecnico-professionale
  • apprendistato per ottenere un diploma o percorsi di alta formazione

Ognuno di questi tipi di contratto è regolato dalle regioni e dai contratti collettivi. Il rapporto di lavoro nato dall’accordo tra le parti è di tipo misto comportando l’impegno da parte del datore di lavoro di una effettiva formazione professionale, sia attraverso il trasferimento di conoscenze tecnico-scientifiche sia attraverso l’affiancamento pratico per imparare abilità operative, nonché il pagamento per il lavoro svolto. L’assunzione degli apprendisti richiede la stipula di un contratto di lavoro in forma scritta con il Piano Formativo individuale, mentre il numero degli apprendisti assunti non può superare quello dei lavoratori dipendenti qualificati effettivi. I contratti collettivi determinano la durata del rapporto di apprendistato, comunque per legge non inferiore a due anni e non superiore a sei anni.

Lascia un commento o una domanda