18 giugno

20 giugno: Giornata Internazionale del Rifugiato; “Un’Estate Sprar” e “Vite in cammino”: due appuntamenti per sensibilizzare la cittadinanza sul tema del Diritto d’Asilo di redazione

La data del 20 giugno, introdotta il 4 Dicembre 2000 da una risoluzione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, in vista del cinquantennale della Convenzione di Ginevra relativa allo status di rifugiato, non si tratta di una festa, bensì di un momento di riflessione per portare all’attenzione dell’opinione pubblica la drammatica condizione di milioni di persone che in tutto il mondo sono costrette ad abbandonare la propria casa, la propria terra, i propri familiari, a causa di guerre, violenze e persecuzioni.
Il Comune di Reggio Emilia, in collaborazione con la Cooperativa Dimora d’Abramo, ha organizzato due appuntamenti di approfondimento per meglio conoscere i beneficiari del progetto Sprar e al tempo stesso avere uno sguardo più ampio sulla situazione geopolitica di alcuni dei principali paesi di provenienza dei richiedenti asilo e rifugiati. Quest’anno l’attenzione sarà rivolta alla Siria con l’intervento del giornalista de L’Unità Umberto De Giovannangeli (inviato speciale in Siria e collaboratore della rivista “Limes”) che illustrerà la situazione attuale nel Paese, il tutto preceduto da un momento più conviviale durante il quale i beneficiari del progetto sprar offriranno assaggi di piatti tradizionali con l’accompagnamento musicale di un trio jazz (vedi programma).

Domenica 7 Luglio, invece, si potranno nuovamente conoscere le attività del progetto Sprar e i ragazzi beneficiari partecipando alla Camminata attraverso il Sentiero partigiano delle Donne (in collaborazione con Istoreco).
Le loro storie sono la nostra storia: incontro tra testimonianze di “resistenze” che hanno cambiano la vita delle persone e partecipano alla definizione e difesa dei diritti universali dell’uomo.  

In allegato il volantino delle iniziative.

 

giornata del rifugiato

Lascia un commento o una domanda